MICROSCOPIO OTTICO - Clinica Odontoiatrica Mancini
15118
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15118,page-child,parent-pageid-15131,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

MICROSCOPIO OTTICO

MICROSCOPIO OTTICO

Quando viene usato il microscopio ottico?

L’utilizzo del microscopio operatorio non è limitato ad un unico campo, anzi le sue caratteristiche lo rendono ideale per essere sfruttato in diversi campi.
Ad esempio gli ingrandimenti ottenuti con il microscopio operatorio sono molto utili anche in fase di diagnosi per valutare una microfrattura o per rilevare il tartaro sottongengivale.
Uno dei rami dove questo strumento trova grande applicazione che è l’endodonzia soprattutto quando si trattano casi complessi, in cui è importante avere una visione chiara e precisa dei canali del dente che in alcuni casi possono avere un’anatomia complessa o presentare degli ostacoli derivanti da terapie precedenti.
Per quanto riguarda le protesi, il microscopio è molto utile per controllare la preparazione dei monconi, per chiudere con maggiore precisione la corona sul dente e evitare imprecisioni tra il moncone e la protesi scongiurando la possibilità che si formino colonie batteriche e carie.
Nel campo della parodontologia, infine, il microscopio è fondamentale nel trattamento rigenerativo e chirurgico delle tasche parodontali  (piorrea) come nella Mist (Minimally Invasive Surgical Technique) o nella ricopertura delle recessioni gengivali.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi