Impianti dentali a Milano | L'implantologia | Clinica Odontoiatrica Mancini
15469
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15469,page-child,parent-pageid-15131,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Cos’è l’implantologia

Impianti dentali Milano | Cos'è l'implantologia

LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI DENTALI A MILANO

COS’È L’IMPLANTOLOGIA?

Forte delle competenze maturate e dell’aggiornamento costante nel settore odontoiatrico, la nostra clinica si è specializzata nella realizzazione di impianti dentali a Milano. Per quanto largamente diffuse, i pazienti non sempre hanno chiare le caratteristiche di queste soluzioni. Dunque, vogliamo entrare nel dettaglio dei vantaggi dell’implantologia. Il nostro staff è a completa disposizione per maggiori informazioni e visite. Non esitare a contattarci per l’installazione di impianti dentali a Milano.

 

L’IMPIANTO DENTALE: CARATTERISTICHE

Per iniziare, è bene chiarire che l’implantologia è una tecnica capace di offrire eccellenti risposte a lungo termine nei casi in cui vengono meno uno o più denti naturali. L’impianto è composto da un perno filettato in titanio bio-compatibile o in ceramica. La vite viene inserita nell’osso mascellare o mandibolare durante un intervento in anestesia locale e serve a sostituire la radice del dente mancante. Una volta che il perno sarà integrato, verrà applicato un abutment (un moncone) che reggerà la corona (il vero e proprio dente artificiale).

 

L’IMPLANTOLOGIA: LE PROCEDURE

Il nostro staff specializzato nella realizzazione di impianti dentali a Milano rimane aggiornato sulle principali procedure. Genericamente, si distingue fra tecniche a carico differito o immediato. La scelta della procedura dipende dal caso clinico del paziente. Gli impianti a carico differito richiedono un periodo di guarigione che dura dalle 6 alle 12 settimane. Durante quest’arco di tempo, il paziente avrà solo una corona provvisoria in modo che il perno si saldi ai tessuti. Terminata la fase di osteointegrazione, verranno applicate le corone definitive. Diversamente, gli impianti a carico immediato permettono di concludere l’intervento nell’arco di 24 o 48 ore. Tuttavia, non è sempre possibile e consigliabile il ricorso a quest’alternativa.

Impianti dentali Milano | Cos'è l'implantologia

COS’È UN IMPIANTO DENTALE?

È una vite in titanio inserita nell’osso per sostituire uno o più denti

Quando un dente con la sua radice sono assenti, la soluzione a lungo termine per una funzionalità naturale è un impianto dentale con una corona costruita per adattarvisi perfettamente.

 

Sugli impianti dentali

 

L’impianto dentale è composto da un perno, piccolo ma molto solido, in metallo bio-compatibile o ceramica. Questo viene inserito nell’osso mascellare durante un intervento in anestesia locale e sostituisce la radice del dente mancante, fungendo da supporto per il dente nuovo.
La fase di guarigione dura da 6 a 12 settimane, in funzione delle condizioni di ciascun paziente. Durante questo periodo l’impianto si fissa gradualmente all’osso mascellare, processo che prende il nome di osteointegrazione. Una volta guarita, questa radice artificiale funge da base per il passaggio di corone singole o ponti di più denti, oppure di una protesi dentale completa.


5 BUONE RAGIONI PER SCEGLIERE L’IMPLANTOLOGIA DENTALE

Costi

Malgrado il prezzo iniziale abbastanza rilevante, l’impianto è un investimento per il futuro. Nella stragrande maggioranza dei casi, i costi sono ammortizzati nel lungo termine rispetto ad altre soluzioni.

Rischi

Ogni procedura chirurgica comporta rischi potenziali, i pazienti devono necessariamente consultare un dentista per valutare se l’impianto rappresenta la soluzione più adatta al loro caso. Tuttavia, le probabilità di insuccesso sono ridotte.

Dolore

Malgrado l’invasività dell’intervento, gli impianti dentali vengono inseriti in anestesia locale per ridurre al minimo il disagio.

Soddisfazione

Secondo un’indagine condotta su 10.000 pazienti il 66% degli intervistati si è dichiarato “estremamente felice” dei restauri supportati da impianto; mentre, il 31% si è dichiarato felice.

Qualità

L’impianto restituisce la miglior funzionalità masticatoria e un sorriso “naturale”. Indagini a lungo termine hanno dimostrato che gli impianti Straumann presentano un tasso di sopravvivenza del 98%.

protesi-dentale-verona-rossini2


5 BUONE RAGIONI PER SCEGLIERE L’IMPLANTOLOGIA DENTALE

  1. Costi? Un investimento per il futuro: sebbene associati a un maggiore investimento iniziale, in molti casi gli impianti dentali possono rappresentare una soluzione più economica nel lungo termine.
  2. Rischi? Casi individuali: ogni procedura chirurgica comporta rischi potenziali, i pazienti dovrebbero sempre consultare un dentista per valutare se l’impianto rappresenta la soluzione più adatta al loro caso.
  3. Dolore? Soluzioni individuali: gli impianti dentali vengono di solito inseriti in anestesia locale per ridurre al minimo il disagio durante l’intervento.
  4. Soddisfazione? Secondo un’indagine condotta su 10.000 pazienti il 66% degli intervistati si è dichiarato “estremamente felice” dei restauri supportati da impianto e il 31% si è dichiarato felice.
  5. Qualità? Scientificamente testati: Indagini a lungo termine hanno dimostrato che gli impianti Straumann presentano un tasso di sopravvivenza del 98%, poichè Straumann non scende a compromessi quando si tratta di qualità.
protesi-dentale-verona-rossini2

LA GRANDE DIFFERENZA TRA METODI TRADIZIONALI E IMPIANTI DENTALI

La soluzione con il ponte

Con i metodi tradizionali, per fissare il ponte occorre limare i due denti adiacenti. Ciò comporta la perdita di parte della superficie naturale del dente. Dal momento che il ponte non trasmette le forze di masticazione all’osso mascellare, può verificarsi un riassorbimento dell’osso.

 

La soluzione implantare

L’impianto dentale sostituisce la radice del dente mancante. I denti sani adiacenti rimangono completamente integri e non devono essere limati.

LA GRANDE DIFFERENZA TRA METODI TRADIZIONALI E IMPIANTI DENTALI

La soluzione con il ponte 

Con i metodi tradizionali, per fissare il ponte occorre limare i due denti adiacenti, con conseguente perdita di parte della superficie naturale del dente. Dal momento che il ponte non trasmette le forze di masticazione all’osso mascellare, può verificarsi un riassorbimento dell’osso.

 

La soluzione implantare

L’impianto dentale sostituisce la radice del dente mancante. I denti sani adiacenti rimangono completamente integri e non devono essere limati.