Conservativa - Clinica Odontoiatrica Mancini Milano
17926
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-17926,page-child,parent-pageid-15337,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

ENDODONZIA

ENDODONZIA

Trattamenti conservativa Dentale.

Come la conservativa anche questo, è un trattamento ambulatoriale che si rende necessario quando la polpa (tessuto nervoso molle all’interno del dente) è infiammata o infetta per un danno provocato da una carie profonda, dall’esito di interventi sul dente o da un trauma che ne  ha provocato la scheggiatura o la rottura. La sintomatologia varia dal semplice sensibilità al freddo fino ad un dolore persistente, forte, pulsante (il classico mal di denti). Quando si arriva una di queste situazioni si ricorre ad un trattamento endodontico per evitare una compromissione più o meno grave del dente. Il trattamento endodontico o terapia canalare o come viene comunemente intesa, devitalizzazione, consiste nella rimozione di tutta la polpa o nervo e la sua sostituzione con un’otturazione permanente in “guttaperca” e cemento canalare previa adeguata detersione e sagomatura dei canali radicolari. La percentuale di successo del trattamento canalare è elevatissima, diminuisce nei casi di ritrattamento endodontico (ripetizione della procedura endodontica per un precedente insuccesso), complessità anatomiche o difficoltà obiettive varie. Anche in questo tipo di trattamento l’ausilio del microscopio e della TAC COME BEAN possono risultare determinanti per il successo della terapia endodontica. 

ENDODONZIA AL MICROSCOPIO

Trattamenti conservativa Dentale.

Il microscopio operatorio consente l’impiego di ingrandimenti modulabili in ogni situazione e grazie alla presenza di una luce coassiale la possibilità di illuminare un punto di particolare interesse. La visione stereoscopica inoltre permette di mantenere un’adeguata profondità di osservazione nel campo operatorio.  Tutto ciò permette di operare in condizioni ottimali anche in presenza di situazioni difficili o estreme ottenendo degli standard qualitativi ottimali. Si possono notare, grazie al microscopio, la presenza di canali laterali o altre particolarità anatomiche del dente altrimenti impossibili da notare. Possiamo dire che con il microscopio il trattamento canalare è assolutamente personalizzato e questo fa la differenza in situazioni operative complesse laddove l’alternativa potrebbe essere un’estrazione del dente. Nella nostra clinica l’uso di questo strumento è affidato ad un professionista esperto in endodonzia e all’utilizzo del microscopio, compreso come trattamento di conservativa dentale. 

ENDODONZIA

E’ un trattamento ambulatoriale che si rende necessario quando la polpa (tessuto nervoso molle all’interno del dente) è infiammata o infetta per un danno provocato da una carie profonda, dall’esito di interventi sul dente o da un trauma che ne  ha provocato la scheggiatura o la rottura. La sintomatologia varia dal semplice sensibilità al freddo fino ad un dolore persistente, forte, pulsante (il classico mal di denti). Quando si arriva una di queste situazioni si ricorre ad un trattamento endodontico per evitare una compromissione più o meno grave del dente. Il trattamento endodontico o terapia canalare o come viene comunemente intesa, devitalizzazione, consiste nella rimozione di tutta la polpa o nervo e la sua sostituzione con un’otturazione permanente in “guttaperca” e cemento canalare previa adeguata detersione e sagomatura dei canali radicolari. La percentuale di successo del trattamento canalare è elevatissimo, diminuisce nei casi di ritrattamento endodontico (ripetizione della procedura endodontica per un precedente insuccesso), complessità anatomiche o difficoltà obiettive varie. Anche in questo tipo di trattamento l’ausilio del microscopio e della TAC COME BEAN possono risultare determinanti per il successo della terapia endodontica.

ENDODONZIA AL MICROSCOPIO

Il microscopio operatorio consente l’impiego di ingrandimenti modulabili in ogni situazione e grazie alla presenza di una luce coassiale la possibilità di illuminare un punto di particolare interesse. La visione stereoscopica inoltre permette di mantenere un’adeguata profondità di osservazione nel campo operatorio.  Tutto ciò permette di operare in condizioni ottimali anche in presenza di situazioni difficili o estreme ottenendo degli standard qualitativi ottimali. Si possono notare, grazie al microscopio, la presenza di canali laterali o altre particolarità anatomiche del dente altrimenti impossibili da notare. Possiamo dire che con il microscopio il trattamento canalare è assolutamente personalizzato e questo fa la differenza in situazioni operative complesse laddove l’alternativa potrebbe essere un’estrazione del dente. Nella nostra clinica l’uso di questo strumento è affidato ad un professionista specializzato in endodonzia e all’utilizzo del microscopio.

Prenota ora la tua prima visita.