Chirurgia Orale e Implantologia - Clinica Odontoiatrica Mancini
16881
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-16881,page-child,parent-pageid-15337,ajax_fade,page_not_loaded,,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Chirurgia Orale e Implantologia

IMPLANTOLOGIA

L’implantologia dentale è una tecnica clinica particolarmente diffusa nel campo odontoiatrico ed ha lo scopo di inserire nuovi denti ad un paziente che ne ha subito la perdita totale o parziale, ripristinando la funzionalità masticatoria nei pazienti edentuli (totalmente privi di denti) o parzialmente edentuli (mancanza di singoli denti o gruppi di denti). L’implantologia prevede l’inserimento di viti in titanio, chiamate fixtures, nell’osso mandibolare o mascellare su poi verranno costruite le protesi fisse. L’implantologia può essere eseguita con varie tecniche a seconda della necessità del paziente, quali ad esempio: IMPLANTOLOGIA COMPUTER-ASSISTITA – FLAPLESS – CARICO IMMEDIATO – ALL ON FOUR – ALL ON SIX – TORONTO.

IMPLANTOLOGIA COMPUTER ASSISTITA/GUIDATA 1

Questa tecnica innovativa,  previa pianificazione al computer, prevede di forare la gengiva e l’osso senza aprire nessun lembo (taglio delle mucose per accedere ai piani ossei sottostanti) quindi nessuna sutura nessun gonfiore n disagi post-chirurgici e riduzione di farmaci anestetici. L’intervento ha tempi ridotti, rispetto alla tecnica tradizionale e soprattutto permette di riabilitare pazienti che per patologie sistemiche (diabete, coagulopatie, abbassamento delle difese immunitarie) non potrebbero sottoporsi ad un intervento chirurgico tradizionale : Anche per i pazienti odontofobici si è rivelati una tecnica insostituibile.      

IMPLANTOLOGIA COMPUTER ASSISTITA/GUIDATA 2

Questa metodica implantare è una tecnica moderna ed innovativa che la  nostra clinica utilizza da otto anni e che può essere applicata a tutte le tecniche implantari di cui noi disponiamo. Lo scopo principale è di eseguire una progettazione preventiva dell’intervento che verrà eseguito sul paziente e questo grazie ad uno specifico software che permetterà di pianificare l’intervento in ogni sua fase. Numero di impianti, loro tipologia, inclinazione, profondità e rispetto delle strutture anatomiche non possono essere invase.

ALL-ON-SIX

ALL – on – SIX – questa nuova tecnica chirurgica riguarda soprattutto l’arcata superiore e consiste nell’inserimento di sei impianti di cui due inclinati ( più esterni) per evitare l’invasione dei seni mascellari. E’ possibile in questa situazione , caricare immediatamente gli impianti con un’arcata provvisoria fissa (di resina) di dodici elementi, ottenendo al contempo un’ottima estetica. Anche questa riabilitazione può essere programmata a computer ed essere eseguita con una chirurgia guidata quando sussistono le condizioni per poterla eseguire.

PRGF o FATTORI DI CRESCITA ARRICCHITI DI PIASTRINE 1

E’ un vero e proprio concentrato piastrinico ricco di fattori crescita e rigenerativi. Le piastrine infatti passano dal sangue al tessuto leso, legandosi tra loro in una rete che favorisce la coagulazione e riversando nel tessuto traumatizzato tutto il loro contenuto in fattori riparativi e rigenerativi. Tutto ciò velocizza i processi di guarigione dell’organismo, riduce sensibilmente il dolore nella zona della ferita chirurgica grazie ai fattori antinfiammatori contenuti in esse e accellera i processi di rigenerazione tessutale.    

PRGF o FATTORI DI CRESCITA ARRICCHITI DI PIASTRINE 2

Le PRGS non sono un materiale sintetico ma derivano dallo stesso sangue del paziente, quindi prive di ogni rischio di infezione no rigetto. Si ottengono prelevando una piccola quantità di sangue del paziente il quale viene centrifugato per ottenere la separazione delle piastrine dei globuli rossi da globuli bianchi. una volta separate vengono messe su uno speciale fornetto con una temperatura di 28°, vengono quindi attivate e dopo circa 30/40 min. sono pronte per essere utilizzate i8n forma di membrane che aderiscono perfettamente ai tessuti e alle ferite, riducendo tutti i fenomeni infiammatori (gonfiore, dolore, sanguinamento) e favorendo una rapida guarigione.

ALL-ON-FOUR

E’ una nuova tecnica implantare grazie alla quale è possibile costruire una protesi fissa di dodici elementi dentali con solo quattro impianti, di cui due inclinati. Gli impianti inclinati vengono utilizzati per evitare l’invasione di strutture importanti quali nell’arcata  superiore i seni mascellari e nell’arcata inferiore il nervo alveolare. Questo significa un contenimento dei costi e comunque  una riabilitazione immediata (ventiquattro ore). Anche questa metodica può essere eseguita con la chirurgia computer – assistita per una chirurgia minimamente invasiva.

CARICO IMMEDIATO

Questa è una metodica implantare ormai consolidata nella nostra clinica, che contempla la possibilità di inserire degli impianti endossei e contemporaneamente posizionare una protesi provvisoria (in resina) . Perché si possa effettuare il carico immediato sono necessarie alcune condizioni, come un sufficiente torque (resistenza fisica all’avvitamento dell’impianto, misurata con una chiave dinamometrica) di almeno 35 NW e una densità ossea adeguata che verrà valutata con una TAC CONE BEAN, presente nella nostra clinica.

CHIRURGIA FLAPLESS

Detta anche (implantologia trasmucosa) Si eseguono sulla gengiva dei fori di diametro adeguato agli impianti da inserire, evitando così di esporre l’osso.Evitare l’esposizione dell’osso lo riserva da eventuali riassorbimenti fisiologici dopo una esposizione chirurgica, quindi una guarigione più rapida .Anche in questo caso come nella chirurgia guidata o computer-. assistita si evitano le suture e le problematiche legate ed eventuale patologie sistemiche del paziente.

IMPIANTI IN CERAMICA

L’impianto totalmente in ceramica, soddisfa alcune esigenze estetiche e soprattutto, soddisfa quei pazienti che desiderano esplicitamente un impianto privo di metallo. L’impianto che la nostra clinica utilizza è il P0URE, della STRAUMANN leader assoluto per questo tipo di soluzione implantare.

TORONTO BRIDGE

Per Toronto Bridge si intende una protesi fissa avvitata su quattro impianti dentali che può andare a sostituire fino a 10-12 denti. I vantaggi principali di questa tecnica sono svariati: è la soluzione ideale per la mancanza di denti totale o quasi; rispetto alle altre tecniche è più economica; nell’arco di 24/48 ore è possibile avere dei nuovi denti; intervento mini-invasivo del rispetto alle altre soluzioni..

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi